Guest house di design: ospitalità tra formale e informale

Guest house di design

Una guest house di design: questo è il risultato di un progetto di interni che ha trasformato a Milano una palazzina indipendente dei primi del Novecento in una struttura ricettiva non convenzionale. I tratti distintivi della realizzazione: interni di pregio, struttura informale, impronta internazionale.

Guest house di design: un nuovo modello di ospitalità

Che sia per periodi brevi o lunghi, per lavoro, studio o piacere, il modo di soggiornare in città nelle quali non si abita sta cambiando. All’estero come in Italia, il panorama dell’ospitalità è stato rivoluzionato dalla diffusione di B&B (bed&breakfast), dalla nascita di coliving (analogo abitativo del coworking) e anche dalla trasformazione delle più classiche strutture ricettive. Gli hotel diventano luoghi fuori dall’ordinario, gli ostelli si trasformano in spazi di tendenza e di incontro e le guest house si vestono di design. È partendo da questo assunto che la proprietà di una palazzina milanese dei primi del Novecento ha commissionato all’architetto Nicola Gisonda la conversione dell’edificio in una struttura ricettiva non convenzionale.

L’intervento dell’architetto

L’intervento architettonico ha comportato la trasformazione della palazzina indipendente in una guest house di design composta da sei camere, un’area living comune attrezzata con cucina e un giardino con dehor. L’intento è stato quello di offrire agli ospiti interni di pregio ma in un contesto informale. Ogni camera, dotata di bagno privato, è caratterizzata da un colore diverso (viola, rubino, cipria, ruggine ecc), mentre le tinte del grigio e del nero sono state utilizzate per dare continuità agli ambienti, compito svolto anche dall’ottone, rintracciabile in tanti piccoli dettagli discreti e dal gioco delle geometrie.

Lusso easy

Il lusso della progettazione si ritrova sia nella scelta dei materiali come marmo di Carrara o rovere, sia nell’adozione di soluzioni non convenzionali come per esempio l’impiego del cristallo fumè grigio all’interno delle camere per separare la zona notte dal bagno. La parete satinata da una parte assicura la giusta privacy ma dall’altra crea una elegante continuità prospettica. Gli interni di pregio contagiano d’altra parte anche lo spazio comune, -living, cucina e giardino- tratti distintivi di questa ospitalità tra formale e informale. L’area comune, un tempo ambiente in disuso e poco luminoso, è stato quindi trasformato grazie all’adozione di un fronte di vetrate che affaccia sul giardino. Con questa soluzione il living e lo spazio esterno diventano comunicanti e fluidi.

Comfort del servizio

Anche se non è strutturato e formale come in un albergo, il servizio – in una guest house di design- deve essere presente, fa parte dell’esperienza. In questo caso si concretizza in connettività, sicurezza, trasporti e colazione. Dunque la struttura è stata dotata di una totale copertura wifi, sia per le camere, sia per tutte le zone comuni, mentre l’accesso avviene attraverso un codice privato. Dal punto di vista dei trasporti è possibile richiedere servizi transfer per gli aeroporti, mentre per gli spostamenti in città si possono usare le biciclette a disposizione degli ospiti.

Questa guest house di design rappresenta un esempio significativo di come stia cambiando l’ospitalità e la sua progettazione, di come le soluzioni possano essere informali e intime senza rinunciare a essere eleganti e organizzate.

Scheda:

  • Nome struttura: Conti Guest House
  • Proprietà: Laura Ratti e Marta Conti
  • Progetto: Arch. Nicola Gisonda
  • Luogo: Milano
Fiammetta Regis
Seguimi

Fiammetta Regis

Editor in chief at Il Design Quotidiano
Essere giornalista per me significa raccontare cose complesse in maniera semplice, descrivere con le parole, raccontare con le foto, narrare con un video, spiegare con un’info grafica. Per unire la mia passione per la tecnologia e quella per il living, ho dato vita a Il Design Quotidiano nel quale ho messo non solo i miei ambiti di scrittura, ma anche la passione per la progettazione editoriale, la cura dei contenuti, l’amore per le immagini.
Fiammetta Regis
Seguimi

Latest posts by Fiammetta Regis (see all)

Print this pageShare on Google+0Tweet about this on TwitterPin on Pinterest0Share on LinkedIn0Share on Facebook15Email this to someone

Potrebbero interessarti anche...