Natura Donna Impresa: design al femminile

Natura Donna Impresa

Natura Donna Impresa  è un progetto che nasce a Milano nel 2010, pensato per collegare le realtà imprenditoriali al femminile di tutto il territorio nazionale impegnate nei settori di critical fashion ed ecodesign. A sei anni dalla sua fondazione Natura Donna Impresa è una realtà consolidata che ha collegato oltre 200 designer, che ha realizzato molti eventi ma che soprattutto ha generato, giorno dopo giorno, importanti connessioni.

Design al femminile

Il nome, Natura Donna Impresa, racconta già le tre peculiarità del progetto, ovvero supportare le imprese al femminile che fanno design sostenibile, quindi creare una sinergia e un collegamento non solo tra designer ma anche con realtà italiane che sostengono processi di produzione eco sostenibili. Dunque una catena virtuosa in grado di generare valore.

Ma perché solo al femminile? L’abbiamo chiesto a Caterina Misuraca che con Paola Sammarro, Valentina Martin e Riccardo Grazioli è ideatrice e organizzatrice di Natura Donna Impresa: “fare un evento per esaltare la creatività delle donne da un lato riconosce il grande fermento al femminile nel nostro Paese e dall’altro l’innegabile difficoltà per una donna di emergere. Quindi è una scelta schieratamente di parte“. Una decisione quella di dar voce all’impresa al femminile che d’altra parte affonda le sue radici anche nella genesi del progetto.  “Quando nel 2010 abbiamo ideato Natura Donna Impresa, – ci ha raccontato Caterina- l’Expo 2015 era appena stata assegnata a Milano. Ci trovavamo davanti a questa sorta di “traiettoria” appunto “verso Expo” lunga cinque anni. Operando nel mondo del design sostenibile già da tempo ci siamo immaginate un percorso che potesse proiettare nel tempo e “verso” un evento così importante e internazionale un gruppo di “donne” che stava muovendo i primi passi con noi, cioè con me e con Paola Sammarro che siamo contitolari dell’agenzia Misuraca Sammarro. Allora ci occupavamo come oggi di comunicazione e destino volle che tutti i nostri primi clienti fossero donne, designer con progetti sostenibili. Negli anni il nostro progetto si è rafforzato diventando sempre più importante grazie al sodalizio stretto con Valentina Martin e Riccardo Grazioli di Spazio Asti 17 la più importante location green di Milano. Lì ha mosso i primi passi il nostro Temporary Shop del Made in Italy Pink d’eccellenza e da lì il nostro team è diventato un vero e proprio gruppo di lavoro”.

Una vetrina non una associazione

Natura Donna Impresa per ora non è un associazione, benché i fondatori ci abbiano pensato più volte, al momento rimane un evento organizzato due volte all’anno, in autunno e in occasione della Milano Design Week.
A ogni evento vengono selezionate le realtà più interessanti tra quelle che hanno fatto richiesta di partecipazione, che – come ci ha spiegato Caterina- “godono di una comunicazione integrata per l’arco dei mesi (prima e dopo l’evento). Poi nel corso delle giornate espositive le designer possono incontrare naturalmente giornalisti e buyer. In alcuni contesti abbiamo realizzato dei convegni ad hoc per connetterci a network imprenditoriali più importanti e con istituzioni. In questa Design Week siamo particolarmente orgogliose del fatto che nell’attuale mostra inaugurata alla Triennale, W.Woman in Italian Design, siano state selezionate proprio alcune delle designer che nel 2010 hanno mosso i primi passi con noi. Segno della loro straordinaria bravura, genio e impegno e segno anche che noi dalla nostra parte, siamo riusciti a dar loro slancio e visibilità nel tempo”.

Sostenibilità ma non solo autoproduzione

Dunque, riassumendo, il segno distintivo dell’evento – oltre all’importante impronta al femminile- è il design ma rigorosamente Made in Italy e sostenibile. “Per sostenibilità – ci tiene a precisare Caterina – si intende (come è giusto che sia) un prodotto la cui tracciabilità del processo produttivo è totalmente trasparente. Tutto rigorosamente Made in Italy. Alcune sono vere e proprie imprese che in Italia realizzano i propri prodotti, portando lavoro nel nostro Paese e sfidando crisi di settore. Ovviamente poi ci sono le realtà più piccole, o quelle in fase di start up, dove tutto è hand made“. Dunque che sia fatto a mano, auto prodotto, o che sia fatto da un’impresa più grande, in entrambi i casi, ciò che conta per Donna Natura e Impresa è che la sostenibilità del processo produttivo sia garantita.

Natura Donna Impresa le partecipanti

Natura Donna Impresa al Fuorisalone

Il prossimo appuntamento con Natura Donna Impresa è all’evento Il Cantiere del Design Contemporaneo, al Fuorisalone, che si svolgerà al nhow Hotel in via Tortona 35, importante location per il design a Milano, non solo nel corso della Milano Design Week, dove si potranno conoscere i lavori di 30 designer italiane che della sostenibilità fanno il proprio concept.

LE PROTAGONISTE SELEZIONATE:

13 Ricrea, Adriana Lohmann, BeMine Bags, Condivisi, Cristina Grazioli, Elena Capra Natural Jewels, Elizabeth the First, Escaping From…, Fabbrica15, Giorgia D. Bijoux, Inveloveritas, Irene Sarzi Amadè, Laboratorio Milano, Look at the Cat, Lora Nikolova, Magliefilanti, Mesmerize, Metalica, Milena Andrade, Minnie’s Jewels, Monica Gray, Nana’e’el By Nanaaleo, Nuccia Pulpo, Nvk Design, Pontani Bijoux, Primordiale, RB Romana Busani, R.Ely Design, Rebirth Italy, Salesalato, Simona Girelli, Teraplast,Tomoko Tokuda, Zing.

Print this pageShare on Google+0Tweet about this on TwitterPin on Pinterest0Share on LinkedIn0Share on Facebook26Email this to someone

Potrebbero interessarti anche...