Sgambetto: un tavolo funzionale

Sgambetto di Andrea Fantinato Tavolo

Sgambetto è il tavolo di Andrea Fantinato caratterizzato da gambe asimmetriche e dalla linea semplice e minimale. Progettato nel 2013, è stato esposto nel corso del Fuori Salone 2016 in occasione dell’evento Source App. Bello da vedere e super accessoriato, è ideale per creativi super dinamici che devono domare scrivanie piene di cavi e dispositivi.

Sgambetto Tavolo Fantinato

Uno sgambetto funzionale

Si può pensare che il tavolo sia stato chiamato così perché una delle sue gambe è arretrata rispetto al piano, come se il tavolo fosse inciampato dopo -appunto- uno sgambetto. Questo è ciò che rende in realtà il tavolo di Fantinato molto funzionale, proprio perché, a discapito del suo nome, non si inciampa nella famosa “gamba del tavolo”, arretrata dalla linea della sedia.

Modulabile, trasformabile, su misura

Lavorare alla scrivania, oramai, non significa più solo leggere o studiare sui libri, ma vuol dire avere computer, matite, cavi, telefoni, tablet. In questo senso Sgambetto è una scrivania 2.0; ha dei vassoi porta oggetti a scomparsa inseriti sul piano, può essere implementata con ripiani aggiuntivi sopra al piano di lavoro o con oggetti funzionali integrali come porta matite, porta tablet, ganci portaborse e via dicendo.

Una linea essenziale e pulita

Il tavolo Sgambetto ha il piano in multi-strato di betulla, mentre le gambe sono in metallo verniciato, come anche i vani porta oggetti. È facilmente montabile e smontabile, stabile (nonostante lo sgambetto) ed è caratterizzato da un design essenziale, facile da accordare sia con arredi pesanti e tradizionali, sia con spazi contemporanei. Il tavolo, inoltre, può essere, volendo, abbinato alla libreria omonima progettata da Andrea Fantinato nello stesso anno, caratterizzata dalla stessa linea nuda e semplice e dallo stesso equilibrio asimmetrico.

Fiammetta Regis
Seguimi
Latest posts by Fiammetta Regis (see all)

Potrebbero interessarti anche...