Cosa hanno in comune Simone Micheli e Rubens Luciano

Simone Micheli e Rubens Luciano

Cosa hanno in comune Simone Micheli e Rubens Luciano? Almeno l’Iconic Award 2014 vinto da Micheli per la progettazione della sede dell’azienda Rubens Luciano a Stra.

Il progetto, premiato dal German Design Council come migliore interno d’Europa per l’anno 2014, ospita l’atelier degli stilisti calzaturieri Rubens Luciano e si tratta dell’antica villa veneta Gritti-Marchini di Stra, completamente ristrutturata su progetto dell’architetto Simone Micheli.

Villa Gritti è una barchessa, cioè un edificio rurale di servizio, tipico dell’architettura veneta e fu realizzata nel secondo decennio dell’Ottocento dall’architetto Giannantonio Selva. Recuperata sotto la visione della Soprintendenza per i beni architettonici dopo cinquant’anni di abbandono, la villa, acquistata dagli stilisti calzaturieri Rubens Bressanin e Luciano Ferraresso, esibisce oggi interni che fondono antico e contemporaneo. Le forme ultramoderne -caratteristiche dello stile di Simone Micheli- convivono con le vecchie travature in legno, l’acciaio e il vetro è accostato a decori in marmo e pietra dura.

Negli interni prevalgono le tonalità chiare, gli spazi sono fluidi e luminosi, le forme materiche e spaziali che contraddistinguono l’opera di Simone Micheli si sposano alla classicità della villa generando uno spazio armonioso, sobrio, lineare, quasi che per ospitare la creatività artistica di uno studio stilistico, si sia voluto un ambiente bianco come un foglio di carta o una tela.

 

Uffici e show-room RUBENSLUCIANO

  • Location: Barchessa del complesso Gritti-Marchini a Strà – Venezia
  • Progettazione e realizzazione: 2010-2013
  • Inaugurazione: 1 settembre 2013
  • Progetto d’interior design: arch. SIMONE MICHELI
  • Layout illuminotecnico: arch. SIMONE MICHELI
  • Cliente: Rubens Luciano S.p.A Fiesso Dʼartico -Venezia
  • Foto: Juergen Eheim
  • Area totale: 2.010 mq

Piano terra

Piano terra 510 mq + porticato esterno 230 mq:

  • uffici divisione creativa, grafici, showroom materiali scarpe in open space
  • stanza rappresentanti, amministrazione in ambienti delimitati
  • servizi di piano

Il piano terra ospita gli uffici della divisione creativa con piani di lavoro in melaminico bianco su una struttura hi-tech in alluminio verniciato e sedute ergonomiche su ruote. Nella parte centrale, divisori bianchi ad angolo curvo, con porte scorrevoli a scomparsa, separano gli uffici grafici e lʼarea stampanti, mentre lo showroom “materiali, scarpe e ricerca” è caratterizzato da tre grandi espositori sovrapposti ad anello ribattuto dove sono esposti tutti i modelli di scarpe. Per la mostra dei prodotti sono state predisposte alcune postazioni a isola con piano di lavoro in laminato melaminico bianco su una struttura in alluminio verniciato bianco.

Primo piano

Piano primo 510 mq.
uffici divisione creativa in 4 settori tutti in open space

  • area creativa in ambienti delimitati
  • servizi di piano

Dalla scala e dallʼascensore in acciaio verniciato bianco e vetro si accede ai soppalchi del primo piano dove in quattro settori, tutti open space, sono posizionati gli uffici della divisione creativa. A soffitto, velette in cartongesso ripropongono le stesse linee fluide disegnate dai soppalchi e permettono ai faretti a incasso orientabili di illuminare in modo puntuale tutte le aree di lavoro.  I servizi di piano sono caratterizzati da un ampio lavabo in porcellana bianca in appoggio su un ripiano a “L” in laccato nero lucido mentre il sistema di asciugamani ad aria automatizzato è scoccato allʼinterno di un tubo dʼacciaio inox cromo.

Secondo piano

Secondo piano (sottotetto) 760 mq:

  • foyer clienti
  • archivio materiali e conce su scaffalature industriali mobili in open space
  • showroom
  • sala riunioni
  • cucina e settori pranzo con tavolo in cedro in open space
  • servizi di piano

Il secondo piano è caratterizzato da un grande foyer rivestito in parquet di rovere sbiancato e dalle strutture lignee a capriate che sono messe in evidenza da proiettori orientabili a luce led. Nell’ampio open space blocchi squadrati rivestiti in legno di rovere sbiancato costituiscono il punto cucina a disposizione del personale, insieme a due ampi tavoli con struttura metallica verniciata bianca circondati dalle quattordici fluide sedute con struttura a slitta e scocca in materiale plastico bianco. Altra caratteristica del secondo piano solo le pareti in eps resinato bianco lucido: una forma sinuosa, caratteristica dello stile di Simone Micheli, che avvolge lo showroom. La sagoma è caratterizzata da nicchie a incasso e bordo stondato su tutti i lati.

Print this pageShare on Google+0Tweet about this on TwitterPin on Pinterest0Share on LinkedIn0Share on Facebook21Email this to someone

Potrebbero interessarti anche...