Snap di Be-elastic l’arredo fai-da-te

Snap-di-Be-elastic-comodino-giallo

Snap di Be-elastic non è un tavolino, non è un mobile, non è uno scaffale, ma è un sistema ingegnoso per creare tutti questi arredi. Ideato da Be-elastic e reso possibile grazie a una campagna su Kickstarter, Snap è ufficialmente in via di produzione e la consegna dei primi pezzi è prevista proprio in questo periodo.

Snap di Be-elastic da un appendiabiti un mobile

La forma di Snap di Be-elastic ricorda un appendiabiti di ferro e in effetti sul sito di Kickstarter viene spiegato che il primo prototipo, peraltro fallito, fosse stato realizzato proprio a partire da un appendiabiti. La gruccia è diventata nel tempo un appoggio stabile che può essere agganciato a innumerevoli tipi di supporto per creare tavolini, comodini, piccoli scaffali, a uno o diversi piani, su misura delle proprie esigenze. Snap dimostra come da un’idea semplice possa nascere una soluzione ingegnosa e funzionale per arredare.

Customizza il tuo arredamento

Il punto di forza di Snap di Be-elastic è la semplicità d’uso e la possibilità di creare mobili di recupero. Snap, realizzato in acciaio, ha un sistema di blocco tramite un cavo di ferro rivestito in PVC colorato e può adattarsi teoricamente a qualsiasi tipo di piano che sia l’asse di una vecchia libreria, un vetro o una sottile lastra di pietra, ma anche materiali di recupero come una porta, un vassoio, o perché no un bersaglio per le freccette. Snap di Be-elastic è disponibile in due altezze, 37 o 45 centimetri e in diversi colori sia per quanto riguarda il corpo in acciaio che il cavo. Infine, Snap può dar vita a piccole scaffalature semplicemente impilando uno sull’altro i diversi piani. Il prodotto è ora in via di lancio e non si hanno ancora resoconti e riscontri da parte dei primi utenti. È possibile tuttavia immaginare che l’unica debolezza del progetto sia la grande libertà che lascia all’utente, potenzialmente inesperto, di sbagliare: sbagliare carichi, baricentri ed equilibri. Ma per questo, bisognerà aspettare i primi feedback di chi nel progetto ha creduto, primi tra i quali i suoi finanziatori.

Un successo promosso dalla rete

Snap di Be-elastic è nato, infatti, grazie a una campagna su Kickstarter, il sito web di crowdfunding per progetti creativi. Le inventrici di Snap sono Erika e Maria, laureate in architettura a Barcellona, che insieme sono Be-elastic. La campagna per raccogliere i fondi necessari per realizzare Snap è partita a maggio 2015 con l’obiettivo di raccogliere 15.000 dollari americani e si è chiusa in giugno con la raccolta di 57.440 dollari totali da 448 promotori: insomma un successo promosso grazie alla rete. La consegna dei primi pezzi preordinati tramite Kickstarter era prevista per ottobre, non rimane che attendere il responso della rete.

Il prezzo unitario di Snap è 30 dollari fino a ordini di 4 unità e di 25 dollari se si ordinano 8 o 12 pezzi.

Per chi: 

  • Ama costomizzare il proprio arredamento
  • Cerca un sistema semplice per riciclare un piano d’appoggio
  • Non vuole impegnarsi in un arredamento impegnativo e ingombrante

Potrebbero interessarti anche...