Fablab: oltre l’autoproduzione

The Fablab laboratorio

The Fablab è un laboratorio di fabbricazione digitale che si trova nel pieno centro di Milano. A pochi passi da via Torino e dalla pinacoteca Ambrosiana, varcata la soglia di un palazzo in stile neorinascimentale della seconda metà dell’Ottocento ci si trova in una fucina digitale super accessoriata con tecnologie digitali e macchine analogiche per la prototipazione e la produzione di oggetti.

The Fablab: la conoscenza per fare quasi tutto

The Fablab è stato fondato nel 2014 da Massimo Temporelli e Francesco Colorni ed è ospitato nella sede di Siam 1838, la storica Società d’Incoraggiamento d’Arti e Mestieri nata a Milano nel 1838 e da cui partì l’impulso alla fondazione del Politecnico nel 1863. Non sorprende allora che per costruire quel “quasi tutto” -secondo il motto del famoso professore del MIT, Neil Gershenfeld, propulsore del fenomeno dei fablab- l’officina offre non solo gli strumenti e le macchine, tra cui stampanti 3D, frese, lasercutter, ma anche e soprattutto le competenze, quelle che si possono condividere con i maker e quelle che si possono acquisire attraverso i molti corsi di formazione che qui si svolgono.

Oltre l’autoproduzione

Spiccata vocazione formativa, bello e centrale ma come si distingue questo fablab dagli altri di Milano? L’idea che sottende i progetti di The Fablab, ci ha spiegato Francesco Colorni, è di voler superare l’autoproduzione, cioè non essere un luogo valido solo per prototipare il proprio progetto, ma che offre tutto ciò che serve a produrlo effettivamente. Non solo autoproduzione allora, ma auto imprenditorialità, un luogo dove connettere idee, competenze e realtà produttive presenti sul territorio.

Incubatore di design

L’attitudine al design, d’altra parte, The Fablab l’ha mostrata in diversi eventi della scorsa stagione tra cui la presentazione al Design Week di Milano e a Source di Firenze di DiNDONtable, una elegante consolle da muro ideata da Elena e Francesco Colorni. La struttura di DiNDONtable è composta da due triangoli intersecati con un piano d’appoggio semicircolare in plexiglas. La console è autoprodotta mediante l’assemblaggio di semilavorati di metallo collegati con snodi a incastro in pla stampato in 3D.
DiNDONtable sembra riassumere bene le potenzialità di The Fablab, è un complemento d’arredo quotidiano e funzionale, realizzato in maniera semplice a partire da un progetto complesso grazie a un’alta competenza: insomma, The Fablab più che un laboratorio per prototipi ha tutte le carte per essere un incubatore dove far nascere prodotti di talento e di design.

Fiammetta Regis
Seguimi

Fiammetta Regis

Editor in chief at Il Design Quotidiano
Essere giornalista per me significa raccontare cose complesse in maniera semplice, descrivere con le parole, raccontare con le foto, narrare con un video, spiegare con un’info grafica. Per unire la mia passione per la tecnologia e quella per il living, ho dato vita a Il Design Quotidiano nel quale ho messo non solo i miei ambiti di scrittura, ma anche la passione per la progettazione editoriale, la cura dei contenuti, l’amore per le immagini.
Fiammetta Regis
Seguimi

Latest posts by Fiammetta Regis (see all)

Potrebbero interessarti anche...